Vai al contenuto

CACCIARI: MERAVIGLIA IN POESIA

10 luglio 2012

Al Festival di Filosofia di Modena 2011, Massimo Cacciari (al termine della sua lezione) risponde a una domanda di Nicola Licciardello: “Se in filosofia e poi nella scienza non c’è più alla base lo Stupore, la Meraviglia per la Natura, da cui originano le domande dell’uomo, c’è ancora oggi alla base della poesia quel Thaumazein ?”. Cacciari risponde di sì, che sono linguaggi diversi, non escludentesi. Eppure, si può constatare che nella gran parte della poesia contemporanea non c’è, di fatto, quella Meraviglia. La questione dunque non è sul linguaggio, ma sul mutamento antropologico ? 

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: